Verbale riunione Circolo del 27/02/2014

pd

Il 27/02/2014, alle ore 18:00, presso i locali del Circolo PD Perugia Centro, siti in via del Lavoro n°62, si è svolta la riunione di cui all’oggetto, per trattare il seguente ordine del giorno:

1)  Comunicazioni del segretario.
2)  Resoconto primarie del 16 Febbraio.
3)  Organizzazione primarie del 2 Marzo.
4)  Discussione politica su situazione locale.
5)  Varie ed eventuali.

Sono presenti alla riunione i tesserati : Osvaldo Cecconi, Maurizio Pentiti, Carlo Iapoce, Lavinia Pannacci, Adolfo Caldarelli, Alberto Sabatini, Gerardo Calvio, Fabrizio Salvanti, Luca Gatti, Massimiliano Barchi, Nazareno Gambaracci, Vincenzo Scorza.

–  Comunicazioni del Segretario.
Il segretario Vincenzo Scorza apre la riunione comunicando che in data 22/02/2014 si è riunita la segreteria del Circolo PD Perugia Centro per trattare alcune problematiche emerse nelle precedenti assemblee ed organizzare al meglio le primarie del 2 Marzo. In particolare si è discusso sulla questione inerente la vendita da parte del Comune della biblioteca pubblica sita all’interno di Villa Urbani. La segreteria unanimemente ha deciso di chiedere all’assessore Andrea Cernicchi lumi circa la vicenda e rivendicare un nuovo presidio sul territorio. Nei giorni successivi però la vicenda si è evoluta positivamente in quanto la biblioteca, seppur trasferita, rimarrà come presidio dato che l’immobile è stato ritirato dalla lista delle alienazioni del Comune di Perugia. Il segretario comunica che per il 28/02/2014 è stato fissato un appuntamento con l’assessore alla Cultura Andrea Cernicchi dove verranno trattate le questioni inerenti i locali comunali siti in via Giambattista Vico oltre alle ulteriori delucidazioni circa il futuro assetto organizzativo di Villa Urbani.

– Resoconto primarie del 16 Febbraio.
Il segretario legge i risultati delle primarie del 16 Febbraio. Si congratula per l’elezione a segretario regionale del tesserato Giacomo Leonelli rimarcando il grande prestigio dato al Circolo ed il maggiore legame con gli organismo superiori che scaturiscono da questa elezione. Successivamente legge i nomi degli eletti in assemblea regionale che risultano tesserati al Circolo PD Perugia Centro.

–  Organizzazione primarie del 2 Marzo.
Il segretario ricorda l’importante appuntamento del 2 Marzo, data in cui sono indette le primarie per la scelta del candidato a Sindaco del centrosinistra. I candidati in lizza sono due: Wladimiro Boccali (Sindaco uscente) ed Anna Rita Fioroni (ex Senatrice della Repubblica). Il segretario ricorda che anche questa volta il Circolo è chiamato a prendere parte alle primarie allestendo e presidiando i seggi nei propri territori di competenza. Per questo fa una breve ricognizione per sondare le varie disponibilità. Rispetto alle scorse primarie il Circolo si troverà a gestire un seggio in meno (Case Bruciate) ma nonostante questo si richiede lo stesso massima disponibilità a tutti gli iscritti ipotizzando una maggiore affluenza rispetto alle primarie per l’elezione del segretario regionale. Sondate le varie disponibilità dei presenti il segretario si impegna a verificare la disponibilità dei tesserati non presenti e a redigere al meglio il piano seggi che verrà tempestivamente comunicato sia agli iscritti che agli organismi superiori.

–  Discussione politica su situazione locale. 
Il segretario rimarca le difficoltà incontrate in questi giorni dal partito a livello nazionale che si ripercuotono in minima parte anche sul livello locale. Sulla campagna elettorale in atto per la candidatura a Sindaco esprime forte preoccupazione per i toni che questa sta assumendo, ricordando che nonostante la competizione interna non si deve cedere alle offese personali e ancor più spaccare il partito. Le primarie devono essere un punto di partenza e non un punto di arrivo per poter vincere le elezioni amministrative del 25 Maggio e poter continuare a essere la guida di governo della città.
Il tesserato Adolfo Caldarelli evidenzia che le consultazioni in atto non favoriscono al meglio la partecipazione in quanto decise frettolosamente e senza adeguati tempi per pubblicizzarle. Si sofferma anche lui sul clima ostile che si sta creando all’interno del partito e auspica che queste non sia una resa dei conti per lenire vecchi rancori. In più lamenta il fatto che allo stato attuale non esista una coalizione ben definita che avrebbe potuto partecipare alle consultazioni indette per lo scopo. Infine aggiunge che anche il clima di malcontento che si respira tra i cittadini non può portare benefici alla compagine politica da noi rappresentata. Il tesserato Fabrizio Salvanti crede le  primarie siano un mezzo imprescindibile per poter aprire la partecipazione non solo agli iscritti ma anche ai tesserati che non fanno capo a correnti interne al partito. Anche lui si lamenta del clima ostile che queste primarie stanno creando sia tra iscritti che tra i cittadini ed auspica non sia un ennesimo regolamento dei conti. In particolare pone l’attenzione sul metodo utilizzato che se diversamente interpretato avrebbe potuto rappresentare un’occasione di rilancio per il nostro partito. Il tesserato Gerardo Calvio si trova d’accordo sullo svolgimento delle primarie aperte per l’individuazione degli amministratori ma non sull’individuazione delle cariche di partito. Si dice molto critico sull’operato del Sindaco uscente e auspica un cambio di rotta per la futura amministrazione. Anche lui lamenta tempi stretti per le consultazioni e avrebbe preferito uno slittamento della data previa accordo tra i due candidati. Sull’operato del Sindaco uscente critica la gestione generale ed in particolare quella del personale il quale ha ricevuto premi a pioggia senza una vera verifica del proprio operato ed il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Infine non è d’accordo sulla costruzione della nuova biblioteca degli Arconi che rappresentano uno spreco di risorse che potrebbero essere utilizzate, secondo lui, per sovvenzionare le piccole e medie imprese. Il tesserato Nazareno Gambaracci interviene sostenendo che l’investimento del Comune sulla nuova biblioteca degli Arconi rappresenta un impegno importate per l’amministrazione atto a valorizzare sia una parte centrale della città sia la cultura. Il tesserato Massimiliano Barchi si rammarica della mancata occasione di aprire un dibattito serio e costruttivo sulle amministrative visto il poco lasso di tempo per lo svolgimento delle consultazioni elettorali. Rimarca la poca pubblicità fatta per mettere a conoscenza i cittadini ed è seriamente preoccupato per le eventuali ripercussioni interne a seguito di queste consultazioni visti i toni accesi del confronto. Rispetto alle primarie nazionali quelle regionali vengono vissute male e più che competizioni sane per favorire la crescita intellettuale all’interno del partito sembrano sempre di più un regolamento di conti interno. Alla luce degli ultimi anni di governo della città non può considerare positivo l’operato dell’amministrazione e si augura discontinuità con quella attuale. Infine pone il problema sulla questione universitaria : Perugia è nata come città universitaria e se ad oggi si registra una drastica diminuzione di immatricolazioni non possiamo addossare la colpa solo ai tragici fatti accaduti (omicidio Meredith) ma anche all’amministrazione comunale che non ha aperto un dialogo serio e proficuo con le istituzioni universitarie. Il tesserato Luca Gatti pone l’attenzione sulla tempistica utilizzata e la scarsa informazione tra la cittadinanza per lo svolgimento delle primarie . Individua in alcune scelte sbagliate e nella scarsa capacità comunicativa il poco gradimento della passata amministrazione ed la sua discesa a picco nei sondaggi. Focalizza poi  il suo intervento su due questioni : la perdita di studenti universitari e la scelta di costruire residenze per studenti di fronte l’abbazia di San Bevignate, provvedimenti che ha suo avviso hanno inciso negativamente sulla gestione della passata amministrazione. Anche lui, come altri tesserati, non condivide il clima avvelenato di questa campagna elettorale nella quale non c’è stato un confronto tra i due candidati. Infine pone una riflessione su queste primarie: sono state fatte per l’incapacità degli organismi comunali di prendere una decisone chiara e netta lasciano passare tempo prezioso e dovendo alla fine, per forza di cose, trovare una soluzione artefatta. Sul nuovo modo di rapportarsi con i cittadini deve essere superato il vecchio modello clientelare promuovendo il merito ed i soggetti migliori.
Il tesserato Maurizio Pentiti pone l’attenzione sui punti di forza della passata amministrazione che a suo dire ha svolto un ottimo lavoro per la città. Uniche pecche sono state la cementificazione troppo spinta e la mancanza di comunicazione con i cittadini. Afferma che lo strumento delle primarie deve essere utilizzato qualora si individuino percorsi e candidati migliori di quelli che naturalmente avrebbero dovuto ottenere una riconferma dal partito. Il tesserato Osvaldo Cecconi è d’accordo con lo svolgimento delle primarie qualora si dimostrino strumento qualificante e costituiscano un valore aggiunto all’interno della dialettica del partito. Si dichiara altresì preoccupato per le elezioni amministrative del 25 Maggio visti gli strascichi polemici di questa campagna elettorale. Si augura un ruolo del partito più preponderante sulle vicende interne e lamenta il poco tempo a disposizione per coinvolgere al meglio la cittadinanza. Sulle polemiche in rete afferma che sono fine a se stesse in quanto non tutti seguono i dibattiti via etere, meglio ragionare sui confronti reali. Infine pensa che la prossima amministrazione si debba dare delle priorità prime fra tutte la questione economica e il risanamento del tessuto sociale. Il tesserato Nazareno Gambaracci pensa che le primarie non devo essere usate sempre e comunque per la scelta degli amministratori, un ruolo importante deve essere giocato quagli organismi di partito in queste scelte. Promuove a pieni voti l’operato di questa amministrazione e dice di non capire come mai molti giudicano negativamente questa esperienza amministrativa. Infine elogia il Comune per la scelta di costruire la biblioteca degli Arconi e loda l’amministrazione per l’ottimo risultato ottenuto nella promozione di Perugia-Assisi 2019  quale capitale europea della cultura e per lo studio di fattibilità avviato per la possibile riapertura del Teatro Turreno.

-Varie ed eventuali.
Nulla viene portato a discussione.

La riunione si chiude alle ore 19:50.

Perugia 27/02/2014

Il segretario
Vincenzo Scorza

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.